mercoledì 8 giugno 2016

La tesi contraria: La Bibbia accetta l’Omosessualità?

ricerche sul web...


La Bibbia non punisce affatto l’omosessualità. Questo è un falso storico.
Nella Bibbia i passi a cui si potrebbe riferire l’omosessualità sono veramente pochi e rari. E mai, nemmeno una volta, espliciti.
Analizziamoli...



Levitico

Nel Levitico troviamo un esplicito riferimento all’omosessualità come ‘cosa abominevole’:
Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole. […] Se uno ha con un uomo relazioni sessuali come si hanno con una donna, tutti e due hanno commesso una cosa abominevole; dovranno essere messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro.
Questo è il pezzo più esplicito di tutti i testi bibilici… peccato che questo libro citi tutta una serie di ‘cose abominevoli’ che ha davvero dell’incredibile, come ad esempio, esattamente poche righe sopra, “mangiare crostacei”.
A questa affermazione i vaticanesi ci rispondono che adesso mangiare i gamberi va bene, visto che nei Vangeli Gesù dichiara puri tutti gli alimenti. Tralasciando che queste sono parole estremamente fraintese (spiegato nel Capitolo 12) ma prendiamole per buone… che dire di indossare vestiti di cotone e lana? Del toccare i cadaveri? E le donne mestruate?
E della schiavitù? Ne vogliamo parlare? Il Pentateuco la permette e in nessun libro del Vecchio o Del Nuovo Testamento essa viene abolita o dichiarata immorale: anzi Paolo ingiunge agli schiavi di rimanere fedeli ai loro padroni. Inoltre in nessun punto della Bibbia si parla chiaramente contro la pena di morte,  tuttavia oggi molti cristiani sono persuasi che sia immorale.  O forse nel dubbio è meglio proibire tutto ciò che non è espressamente permesso, stile Hobbes? Posso prendere a modello Elia, quando comanda di massacrare i sacerdoti di Baal dopo la prova che questi falliscono? Come giudicheremmo noi oggi quest’atto?

Sodoma

Una frase molto sentita in giro è questa:
Sodoma è stata distrutta perché era abitata quasi totalmente da maschi omosessuali!
La distruzione di Sodoma (Genesi 19, 1-25), città abitata da Cananei viene spesso giustificata dicendo che fosse abitata quasi totalmente da omosessuali. Questo non è assolutamente vero. Non c’è scritto da nessuna parte.
La Chiesa ha fatto spesso interpretazioni errate sulle Sacre Scritture, spesso è stata scoperta, e questo è uno dei casi.
I visitatori di Lot sono universalmente riconosciuti come angeli – che notoriamente non hanno sesso – quindi i “sodomiti” sono persone che amano la bellezza e desiderano possederla CONTRO la volontà altrui. E’ una parabola contro la sopraffazione e contro chi trasgredisce i sacri doveri dell’ospitalità.
Sodoma è stata distrutta non per l’omosessualità ma a causa della malvagità dei suoi abitanti. Nessun peccato specifico viene indicato esser la causa della tremenda ira divina, nonostante Abramo tenti d’intercedere presso il Signore per evitarne la distruzione (Genesi, cap. 18). Il collegamento tra Sodoma e l’omosessualità deriva dall’interpretazione data all’episodio riguardante la folla dei ‘sodomiti’ che si accalca davanti alla porta della casa di Lot tentando di abusare dei due giovani angeli appena giunti in città.
A testimonio di questa tesi troviamo molti autori, come ad esempio, Ezechiele.
Nel libro attribuito ad Ezechiele Dio dice: “Ecco, questa fu l’iniquità di tua sorella Sodoma: essa e le sue figlie avevano superbia, ingordigia, ozio indolente, ma non stesero la mano al povero e all’indigente: insuperbirono e commisero ciò che è abominevole dinanzi a me: io le vidi e le eliminai.” (16:49-50, Bibbia di Re Giacomo).
Secondo la prospettica biblica, i peccati di Sodoma erano molti e non tutti espliciti nella narrazione, e i tentati stupri di gruppo possono essere letti tra le righe, enfatizzando la depravazione dei Sodomiti piuttosto che dando di loro una precisa descrizione. Anche alcuni cristiani liberali concordano che i peccati di Sodoma riguardavano più la violazione delle leggi dell’ospitalità che i peccati sessuali.
Anche il libro della Sapienza attribuito a Re Salomone ed incluso nel canone biblico dei cattolici si fa riferimento alla storia di Sodoma sottolineando che il peccato dei loro abitanti è stato quello di non aver praticato l’ospitalità “usando un comportamento più duro e odioso verso gli sconosciuti” (cap 19, vers 13-14).
Anche nella lettera di Giuda del Nuovo Testamento si riprende il racconto della Genesi aggiungendo ai potenziali peccati di Sodoma anche la fornicazione: “proprio come Sodoma e Gomorra e le città vicine, dandosi alla fornicazione(/impudicitia)… subiscono la pena del fuoco eterno” (cap V, vers 7). Qui la parola greca usata per fornicazione è ekporneuō; non viene utilizzata altrove nel Nuovo Testamento se non nella versione dei Settanta per indicar genericamente la prostituzione (in Genesi 38:24 ed Esodo 34:15).
Anche lo storico ebreo Giuseppe Flavio (37-100 d.C.) ha usato il termine sodomiti per riassumere la narrazione della Genesi: “In questo periodo i sodomiti erano cresciuti in fierezza, a causa delle loro grandi ricchezze: divennero così ingiusti verso gli uomini ed empi nei confronti di Dio, tanto da non ricordare più i vantaggi che avevano ottenuto dal Signore: odiavano gli stranieri. Ora, quando videro i volti straordinariamente belli dei due giovani che presero alloggio presso Lot, essi decisero di godere di questi bei ragazzi con la forza; ma quando Lot li esorta alla sobrietà offrendo al loro posto le proprie figlie, esponendole così alla loro lussuria al posto degli ospiti, questi rifiutarono” (Antiquità giudaiche 1.11.1,3).
Indipendentemente dal fatto di considerare o meno il racconto di Sodoma come il resoconto letterale di un fatto realmente accaduto, è facile notare che chi ne scrisse in origine non aveva in mente come bersaglio la trasgressione sessuale, bensì un altro tipo di trasgressione: quella contro l’ospitalità.
Il comportamento di Lot, che a Sodoma è uno straniero ma che è il solo a offrire ospitalità a viaggiatori sconosciuti, è descritto come quello d’una persona che tiene in tale considerazione il dovere sacro dell’ospitalità, da compiere un gesto assolutamente paradossale, per l’epoca in cui fu scritto il racconto: offrire le figlie vergini per salvare gli ospiti che la folla voleva attaccarli.

Ma allora perché OGGI attribuiamo “sodomita” a “omosessualità”?

Il significato essenzialmente sessuale del termine sodomia in ambito cristiano non si è evoluto che dal medioevo, ovvero con il regno dell’imperatore Giustiniano I, il quale modificò il corpus iuris civilis dichiarando che il peccato di Sodoma era specificamente l’attività sessuale tra maschi ed il loro reciproco desiderio ed attrazione: questo crimine era inoltre legato a tutte le carestie, terremoti e pestilenze che affliggevano in mondo e la pena era la morte per decapitazione. Le leggi promulgate da Giustiniano segnano un cambiamento nel paradigma legale romano, in quanto egli ha introdotto per la prima volta un concetto di pena che non è solo laico, ma anche in certo qual modo divino, per il comportamento omosessuale (è difatti la legge di Dio a volere lo sterminio dei sodomiti).

Nuovo Testamento

Premessa: Gesù non si schiera mai contro l’omosessualità. Tutte le condanne che troviamo sono da parte di Paolo, ma nemmeno una dal Messia.
Ecco alcuni stralci tratti citati più spesso dai Cattolici per attaccare biblicamente l’omosessualità. Le lettere dell’apostolo ai Romani, ai Corinzi e a Timoteo:
Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento. E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d’una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno. […] E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa [dallalettera ai Romani]
O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio [dalle lettere ai Corinzi]
Sappiamo anche che la legge è fatta non per il giusto ma per gl’iniqui e i ribelli, per gli empi e i peccatori, per i sacrileghi e gl’irreligiosi, per coloro che uccidono padre e madre, per gli omicidi, per i fornicatori, per i sodomiti, per i mercanti di schiavi, per i bugiardi, per gli spergiuri e per ogni altra cosa contraria alla sana dottrina [dalle lettere a Timoteo]
Queste sono tutte citazioni di Paolo e Pietro.
Io mi chiedo perchè mai quando si citano questi autori, ci si scorda che si tratta di testi che hanno un inizio, un corpo e una fine: cioè che fanno un discorso che va seguito e letto tutto, non a pezzi. La lettera ai Corinti, ad esempio, condanna i “sodomiti e gli effeminati (che in realtà sono i molles, cioè i pavidi)” in un paragrafo che descrive la condizione del peccato di TUTTI gli uomini sotto la Legge. Nel paragrafo successivo si dice infatti “E dunque tu non giudicare…” perchè siamo TUTTI peccatori. Perchè questo non viene letto mai, non viene mai citato questo paragrafo?
Paolo mette chiaramente in evidenza cosa intendevano gli ebrei per “omosessualità”: un atto violento di sopraffazione di un uomo su un altro (spesso schiavo o prostituto) – è eloquente il termine “violentemente”… In cosa una coppia di uomini liberi è violento quando si ama e vuole costruire una vita insieme? 
Infine, cosa molto importante e mai citata, Dio non odia gli omosessuali.
Sapienza 11,34:«se tu [Dio] avessi odiato qualcosa, non l’avresti neppure creata.»
Tutto quello che si evince dalla Bibbia, quindi, è che Dio è contrario ai rapporti omosessuali sugli eterosessuali.
Ovvero, la punizione divina sta nella mancanza di consenso del soggetto sodomizzato. Non è sodomia se c’è consenso. Non c’è peccato se non è sodomia.

21 commenti:

  1. cercando, si trovano opinioni di ogni genere...

    RispondiElimina
  2. Il motivo della distruzione di Sodoma è spiegato in Deut. 29:23-26 ovvero la gelosia di YHWH verso l'adorazione ad altri dei. Poi non mi è mai stata chiara una cosa, ad un omosessuale piacciono gli uomini, che senso avrebbe avuto per Lot offrire le sue due figlie? Se erano tutti omo, perchè non si è offerto lui? E' che cerchiamo di comprendere un testo scritto male e migliaia di anni fa, con la pretesa di capirlo.

    RispondiElimina
  3. Su questo mi trovo in disaccordo, a me sembra di capire che l'omosessualità nella bibbia e' chiaramente condannata, vedi anche 1 Corinti 6:9 né uomini che giacciono con uomini. Anche se mi lasciano un po perplesso le seguenti scritture: Giovanni 13: 23 Ora uno dei discepoli, quello che Gesù amava, si trovava a tavola al fianco di Gesù 25 Ed egli reclinandosi così sul petto di Gesù, gli disse: «Signore, chi è?». Io trovo una una differenza sostanziale quando si parla di Gesu' in prima persona, con quanto insegnano altri scrittori, come Paolo, che e' molto duro, molto diverso dalla figura e insegnamento di Gesù, specialmente nell'umiltà e nell'amore. Boh!

    RispondiElimina
  4. x Fabry: Ciò che mi lascia perplesso è che nelle specie animali (oltre 1500) è un comportamento diffuso, leggi se hai voglia su wikipedia alla voce -omosessualità tra animali- e questo sfata ogni tentativo di definirla una perversione o una malattia. A me piacciono le donne, ma i gusti son gusti, non mi crea problemi se altri han gusti diversi dai miei, e poi la religione ha sempre causato paranoie e tabù su ogni argomento di natura sessuale.

    RispondiElimina
  5. Complottista, si ho gia' letto e conosco abbastanza bene l'argomento, io ho tanti amici omosessuali (bravissime persone, con sentimenti invidiabili). L'omosessualità non e' una malattia, i fattori possono essere tantissimi fra cui il piu forte quello ormonale, basta fare delle accurate ricerche e si capisce bene il perche di un orientamento sessuale ( ci sono cervelli uomo intrappolati un corpo femminile, e viceversa, inutile negare i fatti)

    Ma per quanto mi sembra di capire leggendo la bibbia, che come la maggior parte di voi, la conosco molto bene, la conosco quasi a memoria, e anche il contesto in cui si svolgono o vengono narrati i fatti in essa, e sinceramente nella maggior parte delle scritture trovo un giudizio negativo verso l'omosessualità, poi pero ci sono alcuni comportamenti come quello di Gesu che come ho citato un po mi lasciano perplesso.

    Ma anche nel caso di Davide con Gionatan, sembra un po diretto verso sentimenti omosessuali, 2 Samuele 1,26 26 Sono angustiato per te, fratello mio Gionatan, Mi eri molto piacevole.+ Il tuo amore era per me più meraviglioso dell’amore delle donne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece penso che è una malattia comportamentale. Lasciamo perdere la storia di Sodoma che non porta a nulla perchè non appartiene ai nostri tempi. Oggi, tanta gente si fida della Chiesa tedesca per giustificare l'omosessualità proprio perchè droga ed omosessualità offrono spazio. Bisogna capire le radici del problema per risolverlo. Da chi è diretta oggi l'ONLUS? Da George Clooney, un bisessuale che spesso si preoccupa degli africani e non vede più lontano di così. E poi che ci facciamo di africani che escono dalla povertà per divenire bisessuali? Essi saranno solo un problema per chi non la pensa uguale. Osservate invece questa teoria: L'America fa guerre ma è contro i tedeschi europei; gli europei fabbricano gli homo in nome della pace ma continuano a far proliferare il nucleare perciò la Big Pharma viene tentata fortemente a dipenderne; la Cina ed armi Francesi (carabinieri) vengono sfruttati per reprimere la droga e se vi sono sbilanci non ci accorgeremo più dei massacri di governo fatti verso minori o adulti cinesi (controllo mentale); gli arabi fanno silenzio sul nucleare, diventano moderati e servono l'Europa; i terroristi attaccano chiunque pensano sia più diavolo di loro. Dunque gli omosessuali non sono altro che gente confusa che invece di opporsi al nucleare si danno alle droghe ed alla prostituzione come protesta; i ministri cristiani non imparano come dare la benedizione nelle loro chiese e perdono fedeli che le Chiese cattoliche benedicono usano sacre scritture ed omettendo libri dei santi; i preti diventano homo quando le scritture pendono dalla parte europea e rischiano l'apostasia se pendono dalla parte guerriera ma libertaria. Sono le due facciate di Mussolini ed i suoi Hitler e fino a chiunque sta con l'atomica è costretto a servire una facciata.

      Elimina
    2. Hai dimenticato le scie chimiche e i rettiliani... poi non potevi fare di meglio.
      "Io invece penso che è una malattia comportamentale". E infatti pensi male... malissimo.

      Elimina
    3. x 1consigliere: dici che bisogna capire, ma io non comprendo una sola frase di quello che dici.

      Elimina
  6. Voglio fare un piccolo ragionamento ...( non è una provocazione ) ma perchè l omosessualità va accettata ( dicendo che è naturale ) ed andare con un animale no?.....perchè se accettiamo l omosessualità come una cosa naturale ...va accettata anche un rapporto sessuale con un animale ....se no qualcuno mi può spiegare uomo con uomo si ( o donna con donna ), mentre uomo con l animale no ? qualcuno può spiegarmi la differenza ? e chi determina a sto punto ciò che è naturale e ciò che non lo è ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (MartinLuther2016)
      Ciao riflessivo, provo ad abbozzare una forma di ragionamento che segue il tuo, esponendo alcune considerazioni:
      - anche in natura i rapporti omosessuali tra animali avvengono, salvo ricerche che dimostrino il contrario, nell'ambito della stessa specie (tipicamente bonobo con bonobo, giraffe con giraffe, e via dicendo)
      - il moderno intendimento scientifico pone, secondo il DSM in uso presso la maggior parte degli psichiatri, i rapporti con gli animali come una forma di perversione o parafilia , così come il feticismo e altre pratiche distorte. Precisamente l'attrazione per gli animali viene denominata zoofilia
      - sempre il DSM ha derubricato nel 1973 l'omosessualità dalle cosiddette malattie mentali , considerandola come una variante normale della sessualità umana
      - lo stesso Freud (che da alcuni viene citato a detrazione dell'omosessualità) in uno suo studio afferma che l'omosessualità è potenzialmente latente in ogni essere umano. A tal punto che molti adolescenti potrebbero provare desideri omosessuali , pur orientandosi poi nell'età adulta verso un comportamento eterosessuale
      - Gli omosessuali vivono spesso nella nostra società là stigma sociale e l'emarginazione, se questo fosse il frutto di una scelta, credo che molti sceglierebbero di non esserlo
      Inoltre, come già menzionato prima, anche nella Bibbia vi sono narrazioni di amicizie maschili particolarmente intense, che non è detto che debbano essere state omosessuali ma magari anche solo omoaffettive, quindi senza rapporto
      Si potrebbe continuare....

      Elimina
    2. (MartinLuther2016)
      Aggiungo un'ulteriore considerazione. L'attrazione per una persona dello stesso sesso non ha per forza una matrice prioritariamente sessuale. Così come nell'amore eterosessuale non si sta con l'altra persona solo per il sesso, ma anche per sperimentare l'amore reciproco e/o il progetto di una vita insieme basata sul sostegno e la fedeltà

      Elimina
    3. Condivido questo tipo di rapporto ...l amore quello vero non ha vincoli ...ma rimango contrario a quello sessuale tra gli stessi sessi, perchè non ha nessun senso....non datemi del bigotto perchè non lo sono.

      Elimina
    4. Ti capisco riflessivo, è normale per chi è etero pensare che non abbia senso, c'è un forte condizionamento culturale e religioso, ma per chi si ama mentalmente è altrettanto normale desiderare fisicamente l'intimità nel rapporto, e se non può avvenire in modo canonico che ci importa a noi? La natura non si accorge minimamente se nascono meno persone, anzi ogni tot mila anni accade un bel "ripulisti" generale con vari cataclismi che quasi cancellano l'uomo dalla Terra, quindi di cosa bisogna preoccuparsi?

      Elimina
    5. Ma perchè non dovrebbe avere senso? Quindi anche tra coppie eterosessuali il sesso va fatto in un unico modo e magari in un'unica posizione?

      Elimina
  7. Sinceramente il cercare risposte nelle Sacre scritture non è una soluzione efficace ma anzi potrebbe essere un motivo dell'aggravamento della situazione. Dovete comprendere che da quando si è tentato di portare le Sacre scritture fuori dalla Chiesa Cattolica ci si è alleati ai protestanti tedeschi, i quali, con il passare del tempo hanno anche cusato un rinforzo della Chiesa Cattolica tedesca. Ora dovreste ragionarci sopra e capire che la Chiesa Cattolica tedesca vuole dominare le cose in termini di religione e perciò se i protestanti diranno "questo è peccato" la Chiesa tedesca dirà "Questo non è grave peccato" oppure non dirà proprio nulla. Anche la Chiesa tedesca vuole avvalersi del potere della Vergine Maria per farsi perdonare i peccati ma purtroppo i tedeschi sono molto più peccaminosi e dominanti di quanto si possa pensare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me hai un po' di confusione in testa.

      Elimina
  8. anonimo italiano28 agosto 2016 22:18

    Esprimo la mia semplice opinione, non morale, ma logica.
    Nella fisiologia umana la vagina femminile è deputata a contenere il pene maschile nel normale rapporto sessuale. Ano e bocca hanno altre funzioni. Non a caso con l'aumentare dei rapporti orali (sia etero che omosessuali) si sta verificando un aumento di tumori a carico del cavo orale, cosa denunciata dai medici specialisti.
    Oserei dire che l'uso naturale degli organi riproduttivi parla da solo. Che in natura ci siano rapporti omosessuali all'interno della stessa specie può essere forse ricondotto al fatto che non hanno una "ragione", sempre in grado di riconoscere la femmina dal maschio. Ci sono tra gli animali molti esempi di una funzione sessuale limitata a pochi atti, in un breve periodo, il famoso periodo riproduttivo. Avere rapporti sessuali è lecito, ma comunque ci vuole misura, come in tutte le attività umane.

    RispondiElimina
  9. anonimo italiano28 agosto 2016 22:28

    http://www.insalutenews.it/in-salute/papillomavirus-e-lesioni-della-mucosa-orale-anche-lhpv-causa-il-tumore-della-bocca/

    Generalmente, le infezioni più pericolose delle vie respiratorie o del cavo orale si trasmettono attraverso il sesso orale, attraverso il contatto, quindi, tra la mucosa e i genitali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa scrivi??? L'HPV è un'infezione e si trasmette, chiaramente, anche per via sessuale, quindi anche con il sesso orale. Ma per favore!!!

      Elimina
  10. Su Focus han fatto vedere che alcune leonesse in una zona del Botswana (Mombo), hanno sviluppato una criniera come i maschi, forse per una anomalia ormonale, di fatto si è rivelato un vantaggio perchè i leoni delle altre tribù non si avvicinano, così l'area a disposizione per le risorse è aumentata rispetto a prima. Probabilmente questa strana caratteristica si trasferirà alle generazioni successive, dato che il vantaggio di migliori condizioni favorisce l'aumento delle nascite. E' un caso odierno di evoluzione, non si può parlare di perversione nè di contronatura, e poi si sa, leonessa barbuta, sempre piaciuta. Speriamo solo che non capiti anche alle donne.

    RispondiElimina