giovedì 25 maggio 2017

Errori attribuiti alla Bibbia...



Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli errori attribuiti alla Bibbia sono errori e imprecisioni (di tipo storicogeograficoscientifico) e discordanze tra vari passi rilevati da diversi autori nei libri della Bibbia. Le discordanze e la necessità di spiegarle hanno contribuito allo sviluppo della logica e della libertà di ricerca, soprattutto nell'età patristica e nel Medioevo.
Questi errori vengono interpretati in più modi. Ad esempio, alcuni autori non-credenti e non-cristiani considerano questi errori una conferma dell'ordinarietà di questi testi, sottolineando l'incompatibilità tra la pretesa ispirazione divina e le incoerenze ed erroneità che si rinvengono nei suoi contenuti...


Per la Chiesa cattolica, la Bibbia è considerata senza errore solo circa le verità fondamentali del messaggio teologico[1], mentre gli errori e le discordanze presenti sono legati al contesto culturale nel quale vivevano i diversi autori[2], oppure dovuti allo sviluppo redazionale[3] o all'evoluzione morale (per esempio, sterminio per i nemici nell'Antico Testamento, amore per i nemici nel Nuovo Testamento). Questo pensiero della Chiesa cattolica è frutto di un'evoluzione - dal considerare tutta la Bibbia verità letterale fino all'interpretare allegoricamente parte della stessa - nell'arco dei secoli, parallelamente al progredire della conoscenza scientifica e storica[4]. Ancora al giorno d'oggi, la stessa Chiesa cattolica, considera comunque come storici determinati passi biblici: riconosce, ad esempio, Adamo ed Eva come personaggi realmente vissuti - colpevoli del peccato originale e reali progenitori di tutta l'Umanità - come sostenuto sia nell’ enciclica di Pio XII "Humani Generis" del 1950[5] che nell'attuale Catechismo della Chiesa cattolica (Compendio del 2005, quesiti: 7[6], 75[7] e 76[8])[9].[10]
Alcune chiese protestanti fondamentaliste e denominazioni restaurazioniste come i Testimoni di Geova, sostengono l'infallibilità della Bibbia, la quale, secondo tali confessioni, sarebbe da considerarsi vera in ogni singola affermazione: le apparenti discordanze o errori si mostrerebbero, a un loro esame, inconsistenti, e facendo riferimento a ricerche storiche, archeologiche e alla stessa esegesi biblica, sono pronti a dimostrarlo.
I riferimenti biblici citati in questa voce enciclopedica sono tratti dalla versione della Bibbia CEI; si noterà come in varie occasioni questi non siano conformi alle altre traduzioni[11]ma, per armonizzare versioni contrastanti o passi incongruenti, introducano delle variazioni[12]. In questi casi, sarà indicata in "Note" la variazione apportata dalla Bibbia CEI rispetto alla versione presente nelle altre bibbie.

continua a leggere su questo link

link: https://it.wikipedia.org/wiki/Errori_attribuiti_alla_Bibbia

4 commenti:

  1. Ciao Ale, il discorso delle energie sottili e della quantistica è talmente vasto e insondabile... credo che ognuno debba trovarsi le proprie risposte.
    Le mie risposte non sono solo il frutto di ricerche scientifiche ma anche di esperienze di vite, di confronto con altri, cmq se un po' mi espongo non voglio imporre nulla.

    Detto questo volevo chiarire due punti del mio commento su TdGsichiedono che vengono spesso fraintesi.
    La mia conoscenza della quantistica magari è anche ridicola me la cavo meglio nel campo delle energie sottili.

    PRIMA ho visto che si possono attivare dei processi di auto-guarigione,
    PRIMA ho visto che questi processi si possono attivare anche a distanza,
    PRIMA ho visto che le nostre vibrazioni influenzano il nostro presente.

    DOPO mi sono chiesta com'era possibile, volendo escludere angeli/demoni penso che la quantistica sia la risposta. Non credo che gli effetti siano visibili solo nel Micro. Ma anche nel Macro. È Questo che fa la differenza.

    Non confondere però l'atteggiamento con le vibrazioni. (O energie, o livelli di coscienza).
    È poco utile sforzarsi di avere un atteggiamento positivo (o ripetersi all'infinito "sono una persona positiva") quando nutri in continuazione la tua coscienza di cose basse (specialmente di paure). Ciò che vibra in noi è la nostra coscienza profonda, nascosta e non la nostra volontà cosciente. :)
    Altrimenti avremmo già tutti vinto al Superenalotto.

    Guarda i TdG. Si ripetono all'infinito che il mondo sarà distrutto, che loro si salveranno FORSE, che l'amore è limitato alla predicazione o ai soli membri TdG, coltivano nel loro giardino segreto unicamente
    -paura di non essere all'altezza
    -paura di non essere accettati
    -sensi di colpa
    -pensiero critico verso il mondo intero
    -lamentele continue (anche se fatte a Dio)
    -sono sempre sotto una prova

    Che tristezza!! Come vuoi che le cose belle della vita li vadano incontro?? Infatti per loro questa vita è fatta solo di cose brutte e non vale la pena viverla.

    Personalmente mi sono sempre sentita una persona positiva e felice anche da TdG.....eppure, eppure, lavorando sul mio inconscio ho notato un miglioramento sia nella mia persona che nella mia vita e sopratutto nei "casi" che poi ho scoperto che casuali non sono mai.

    È che non siamo fatti a compartimenti stagni. Se miglioriamo l' inconscio, si eleva anche la volontà cosciente, e si purificano anche le energie sottili e infine si modificano così i messaggi che emaniamo nell'universo. Ciò che emaniamo è ciò che ci ritorna indietro. (Questa poi è la legge di attrazione dell'universo ma mi fermo qua perché sono già uscita dal seminario)

    Ciao Ale;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Rughy,condivido. Ma sarebbe un discorso davvero infinito, perché poi dovremmo anche parlare della possibilità della reincarnazione e via dicendo. Considerando la possibilità di vivere più vite,magari quello che doniamo all'universo durante una vita, poi ci ritorna indietro in una vita successiva...boh.
      Ma ,in QUESTA vita, vediamo troppe incongruenze ed ingiustizie,per poter riassumere il tutto in una singola spiegazione. Penso proprio ai tdg, che tendono a interpretare ogni loro successo come PROVA DEL FAVORE DIVINO. Mentre poi,quando hanno a che fare con dei loro fratelli o sorelle che se la passano decisamente peggio, interpretano la loro sofferenza come fosse PROVA DEL DISFAVORE DIVINO. è questo che mi spaventa, in definitiva. L'idea che si possa ancora cadere in una simile chiave di lettura, anche fuori dalla WT. Non mi riferisco certo a te,Rughy,non mi sembri certo il tipo. È solo un rischio generale che ci riguarda tutti,una "buccia di banana" sulla quale è sempre facile scivolare.
      Ciao Rughy. Ale

      Elimina
  2. Diciamo che consono energie positive e negative,ma ciò che ci aspetta nel futuro non è senz'altro condizionato da questo. Orientare la nostra mente a fare il bene condiziona e ci predispone a scartare ciò che è dannoso;ma altre cose dipendono da come interagiscono gli altri verso di noi,quindi anche se pensavamo di essere tranquilli,stiamo male per questo.
    Questo accade in special modo nelle famiglie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Orientare la nostra mente a fare il bene condiziona e ci predispone a scartare ciò che è dannoso;ma altre cose dipendono da come interagiscono gli altri verso di noi,quindi anche se pensavamo di essere tranquilli,stiamo male per questo"
      Ben detto,Roberto.... sono assolutamente d'accordo con te.
      Ale

      Elimina