venerdì 15 gennaio 2016

Oetzi, vissuto prima del diluvio?




Solo 'pronipoti' maschi di Oetzi ancora tra noi, non le femmine
La linea genetica materna si è estinta

dal sito ansa.it     link all'articolo

Se i pronipoti maschi di Oetzi vivono ancora tra noi, le sue 'discendenti' femmine sono estinte da tempo: lo dimostra la ricostruzione completa della storia genetica di Oetzi, pubblicata nella rivista Scientific Reports dal gruppo coordinato dalla biologa Valentina Coia, dell'Accademia Europea di Bolzano (Eurac).  (cosa significa questo?)





La notizia arriva a una settimana dalla scoperta del batterio dell'ulcera nello stomaco del cacciatore vissuto 5.300 anni fa nelle Alpi orientali. Adesso i ricercatori hanno voluto completare la storia genetica di Oetzi, la cui ricostruzione era cominciata nel 2012. Allora l'analisi del cromosoma maschile Y, che viene trasmesso solo di padre in figlio, aveva dimostrato che la linea genetica paterna di Oetzi è ancora presente nelle popolazioni moderne....  leggi l'articolo sul link

5300 anni fa significa prima del diluvio... quindi il diluvio non ha mai colpito le Alpi, nè tantomeno i suoi ghiacciai...




27 commenti:

  1. Dal sito Info TdG:
    In ogni modo credo siano opportune alcune osservazioni in merito al valore "scientifico" delle suddette affermazioni.
    I monti prediluviani, come si legge nella succitata pubblicazione, sarebbero stati molto meno elevati degli attuali, ma di quanto fossero meno alti non si sa. Comunque, supponendo che questi "monti" giungessero a 43 m. sopra il livello del mare (un’'altezza' estremamente modesta), in Genesi 7:19,20 si legge che tali 'monti' furono coperti da 15 cubiti (7 metri) d’acqua, per un totale di 50 m.s.l.m. Tutta quest’acqua sarebbe stata sospesa "sopra la distesa" e lì sarebbe rimasta fino al Diluvio; il che significa che sarebbe esistita in quel tempo una pressione terrestre di 6 atm., cioè 5 atm. per l’acqua e 1 atm. per l’aria: totale 6 atm. (1 atm.= 1kg/cm2 e ogni 10 m di acqua in più la pressione aumenta di 1 atm.).
    Tutti gli animali che respirano ossigeno avrebbero avuto condizioni di vita impossibili con una pressione atmosferica di 6 atm./bar, perché l’ossigeno, ad una simile pressione, inizia a trasformarsi in un gas tossico. Un altro problema sarebbe sorto per gli uccelli, che sono strutturati per vivere alle attuali pressioni. Sicuramente, se la pressione atmosferica fosse stata così elevata, tutti i volatili non avrebbero la forma attuale, perché altrimenti per loro sarebbe stato impossibile volare;
    e questo se ci limitiamo a considerare che le acque del Diluvio abbiano raggiunto un’altezza di soli 50 metri. La pubblicazione dei TdG, tuttavia, parlando di «pressione dell’acqua [equivalente] a circa "tre quintali per centimetro quadrato"», lascia intendere che per i Testimoni la massa acquea — e di conseguenza la pressione atmosferica — potrebbe essere stata enormemente maggiore.

    Un’altra difficoltà sarebbe sorta per le specie animali acquatiche: se il mondo fosse stato sommerso completamente dall’acqua, infatti, tutta la massa acquea sarebbe diventata o dolce, o salata, o, nel caso peggiore, salmastra. Se l’acqua fosse diventata dolce, Noè avrebbe dovuto salvare nell’Arca anche tutti i pesci d’acqua salata. Se l’acqua fosse diventata salata, allora Noè avrebbe salvato "solo" i pesci d’acqua dolce. Se fosse diventata salmastra, allora avrebbe dovuto salvare tutti gli esemplari di entrambe le specie! Quindi, o Noè ha portato nell’Arca coppie di tutte le specie di pesci d’acqua dolce, o tutte quelle d’acqua salata, o tutte — proprio tutte — le specie acquatiche esistenti! (Si consideri che il famoso Acquario di Genova, ben più grande dell’Arca di Noè, contiene un infinitesima parte delle specie marine esistenti!).

    Se le montagne prediluviane (prima, cioè del 2370 a. C.) fossero state alte come l’Everest, la pressione sarebbe stata 880 volte superiore all’attuale, l’atmosfera sarebbe stata costituita dal 99,9% di vapore acqueo, rendendo impossibile la respirazione.

    La quantità d’acqua necessaria a ricoprire l’Everest, sarebbe stata pari a 4.400.000.000 km3, cioè più di tre volte la quantità (1.370.000.000 km3) di acqua attualmente contenuta negli oceani. Quest'acqua, secondo quanto scrivono i TdG, sarebbe stata sospesa sopra la "distesa", evidentemente sotto forma di vapore acqueo. Dal punto di vista termodinamico, la condensazione di questa immensa massa di vapore acqueo in acqua avrebbe provocato un'innalzamento della temperatura dell'atmosfera a livelli elevatissimi (nota: link esterno)

    Non è comunque possibile che la 'montagna' più elevata, al tempo del Diluvio, fosse di 43 m., perché per innalzare tali rilievi da 43 m. all’altezza dell’Everest (oltre 8800 m), si sarebbero dovute manifestare forze talmente catastrofiche che avrebbero reso impossibile la sopravvivenza dello stesso Noè, nonostante l’Arca. [3] Ci vuole una "fede" davvero straordinaria per credere che le catene montuose, come l’Himalaya, e gli abissi oceanici si siano formati dopo il 2370 a.C., anno in cui, secondo i Testimoni di Geova, caddero le acque Diluvio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima spiegazione, aggiungo solo il problema delle acque salmastre sulla vegetazione, io ho sempre punzecchiato le sorelle chiedendo se avessero fede, e poi le invitavo a innaffiare le loro piante di casa con acqua e sale per simulare il diluvio :-)

      Elimina
    2. Ahahahah cattivone :P
      Il diluvio, l'arca non regge con le conoscenze scientifiche che oggi abbiamo.
      Anni fa lessi la spiegazione scientifica di uno scienziato fisico/matematico, che calcolo i metri cubi, degli spazi per coppia di animali, senza contare il cibo, il ricambio di aria, e gli escrementi che avrebbero prodotto gli animali, e il fato che a cosi poche persone presenti sull'arca sarebbe stato impossibile prendersi cura degli animali stivati!! comunque mi sembra che lo spazio su l'assurdo che davvero, ma non tutte, ma una gran quantità di animali sarebbero state stivate, ad ogni coppia mi "sembra" sarebbe toccato un metro cubo!!

      Elimina
  2. Non mi intendo di genetica quindi ho linkato l'articolo a un amico che è esperto in materia e questo è stato il suo commento:

    Articolo senza senso scientifico.
    Non e' possibile determinare linee genetiche femminili da un uomo, solo da una donna. L'uomo non passa DNA mitocondriale alle figlie, passa il cromosoma Y ai figli.
    Le madri passano DNA mitocondriali alle figlie.
    Quindi si possono marcare solo linee generiche puramente maschili o femminili, non miste.
    Ecco perche' non esiste una discendenza femminile di Oetzi.


    Ecco perché dico sempre che quando si parla di una cosa sarebbe tanto bello che chi ne parla sapesse almeno di cosa sta parlando. E' sempre più difficile ottenere informazione esatta. Internet ha esteso la conoscenza ma allo stesso tempo l'ha resa bassa, molto bassa, purché chi usi il mezzo sappia condurlo dove le acque sono davvero profonde.

    RispondiElimina
  3. Controlen, qui il punto e' un altro, la data: 5300 anni fa significa prima del diluvio, quindi il diluvio non ha mai colpito le Alpi, nè tantomeno i suoi ghiacciai.
    Inutile che cerchi di deviare un argomento a te scomodo.

    RispondiElimina
  4. Buona giornata a tutti.
    Non amo particolarmente cimentarmi in dibattiti scentifici anche perché ne sarei ben poco all' altezza visto la preparazione che vedo in molti dei commentatori qui presenti, ma un pensiero personale volevo portarlo all' attenzione:

    È giusto parlare di cifre, calcoli, numeri, pressione dell'aria e dell'acqua ecc. Ma in tutto questo forse ci si dimentica che propio quelle leggi fisiche e matematiche che vengono chiamate in causa sono le stesse che il Creatore può modificare o addirittura "stravolgere"(secondo i nostri limitati punti di vista e conoscenza in merito) per poter adempiere i Suoi propositi.
    Riteniamo forse che Colui che ha creato quelle stesse leggi che danno ordine e stabilità all' intero universo non possa usarle in una maniera che neanche possiamo immaginare per adempiere la Sua volontà, perché no, anche in relazione al diluvio?
    Sono diventate troppo corte forse le "braccia" di Dio?
    Modestamente ritengo che le nostre conoscenze sono decisamente ancora troppo limitate per poter mettere in dubbio la capacità del Creatore di agire, di operare per permettere determinate situazioni...
    Non so conoscono tutti i dettagli, le forze implicate, ma io non riuscitei a porre dei limiti a quello che Dio possa fare...
    Buon proseguimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. x Fineas: il tuo ragionamento quadra, ma apre altri problemi di natura logica, ok Dio può tutto, ma allora perchè si complica la vita (anche a Noè e famiglia) con scene spettacolari delle acque di sopra e di sotto, le coppie di animali ecc. Si è già detto che avrebbe potuto inviare un misero virus e avrebbe tolto di mezzo la stirpe bacata angeli/umani senza devastare il pianeta, poi c'è un posto in Antartico Mc. Murdo dove non è mai piovuto, allora devo pensare che Dio ha (perchè può tutto) fatto una bolla d'aria per tutto il tempo del diluvio?

      Elimina
  5. Fineas, il racconto biblico, non parla di cambiamento delle delle leggi fisiche di dio, ma ne descrive l'avvenimento esatamente per come noi ne conosciamo la fisica.
    Vorrei farti notare che con il tuo sistema, che dio puo tutto, be allora finisce qui la discussione perche significa vincere facile, basta che io quando l'argomento si fa scomodo, e va contro ogni legge fisica, tiro fuori dal cilindro magico il mio dio che comunque puo tutto, e tutto si risolve!!
    Peccato che pero a questo punto subentra il paradosso di Epicuro: Dio vuole impedire il male, ma non può? (Dio non risulterebbe onnipotente).
    Dio può evitare il male, ma non vuole? (Dio risulterebbe cattivo).
    Dio non può e non vuole evitare il male? (Dio risulterebbe cattivo e impotente)
    Ragionaci attentamente, con mente aperta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. x Fabry P: esatto, con le due premesse, -Dio può tutto-, e -è colpa di satana- si può confutare qualsiasi prova scientifica.

      Elimina
    2. Cari Fabri e complottista, non posseggo le competenze necessarie a spiegare certi fenomeni fisici e terrestri, ma nella mia semplicità cerco di vedere le cose da un altra prospettiva;
      Dio può agire per modificare leggi fisiche che Egli stesso ha creato in modi che non possiamo nemmeno immaginare, l'universo stesso ne è un esempio.
      La bibbia nel libro di genesi spiega in maniera elementare gli eventi che si susseguirono e si resero necessari a causa dell'aumento della malvagità sulla terra.
      Non so perché Egli abbia scelto propio un diluvio per purificare e togliere da mezzo i malvagi, ma per una deduzione prettamente morale posso immaginare che per il Creatore tutto il sangue che era stato versato a causa di tutta la malvagità che c'era, e che gridava a Dio, aveva bisogno di essere "lavato", sempre moralmente, ed ecco perché la scelta dell'acqua.
      Poi sulle varie altre tematiche basti leggere il contesto dei vari capitoli del racconto.
      Fu il Creatore che guidò gli animali da Noè, poi oltre ai cieli anche dagli abissi marini si ruppero le sorgenti, per cui tutta quell'acqua probabilmente venne anche dalle profondità delle placche tettoniche marine, e poi alla fine del diluvio gradualmente si ritirò.
      Dopo ciò in genesi è detto che Dio diede di nuovo il comando sia agli uomini che agli animali di essere fecondi e di moltiplicarsi e di sciamare per tutta la superfice della terra.
      Egli, il Creatore sicuramente agì affinché quella che era la Sua Parola potesse adempirsi.
      In effetti possiamo fare delle ipotesi, ma le effettive forze implicate ed il come forse sfugge alla nostra comprensione propio a causa della non completa conoscenza delle straordinarie leggi fisiche che permettono la vita e l'esistenza dello stesso universo.
      Dio agì in quel contesto dimostrando la Sua potenza e il Suo desiderio di annientare il male, che evidentemente in quel periodo raggiunse livelli tremendi. Se il Creatore permette il male devono esserci motivi più che validi ma il racconto stesso del diluvio lascia comprendere che Egli tollera fino ad una certa soglia di tolleranza, poi si costringe ad agire, benché Egli stesso non provi piacere nemmeno nella morte del malvagio
      Poi per quanto riguarda il discorso su alieni e quant'altro, il mio personale pensiero si avvicina molto a quello espresso da Ale.
      Buona giornata a tutti.

      Elimina
    3. Certo, ma allora perche ci facciamo le domande, perche indaghiamo, tanto con dio abbiamo tutte le risposte, basta usare i suoi super poteri!! Io sinceramente credo che si ci fosse un dio di amore e che ci vuole aiutare, e voglia farsi conoscere, non staremmo qui oggi a farci tutte queste domande!! E anche la bibbia fosse il suo messaggio per l'umanita, stai tranquillo sarebbe molto chiara, e non permetterebbe di modificare il suo contenuto, diversamente significherebbe che non e' onnipotente, o che satana e gli uomini sono molto piu furbi di lui, sai che reputazione gli da la bibbia? Pensa solo al rapporto di un padre che ama suo figlio!!

      Elimina
    4. Ma infatti caro Fabry la Bibbia viene modificata dagli esseri umani che tendono spesso ad adattarne i contesti alla propria visione personale.
      È come un padre che lascia un testamemto scritto ed ognuno dei figli pretende la propia parte di eredità.
      Ci si appiglierà a tutti i cavilli legali possibili per poter avere il propio pezzo, anche se poi nel testamemto sono espresse a chiari lettere le volontà del padre.
      Io credo che sia stata fatta la stessa cosa con l'eredità che Dio ci ha fatto con la Sua Parola.
      Per quanto certi principi siano di una semplicità disarmante, gli uomini per adattarli ai loro scopi ed interessi egoistici ne hanno distorto e spesse volte totalmemte cambiato il significato. Ma fondamentalmente il Vero messaggio di Dio è chiaro, limpido, dall'inizio alla fine. Bisogna leggerlo senza pregiudizi o schemi mentali personali o presi da precedenti esperienze religiose.
      Il male si riflette nell'assenza di Dio nel cuore delle persone, perché non ci si avvicina all'essenza stessa del Creatore, e cioè l' amore.
      Ma forse questo non è il contesto giusto nel quale fare certi ragionamenti sulla Natura Spirituale di Dio, visto che qui sembra volere per forza dargliene una carnale, umana, materiale...
      Per quanto riguarda i Suoi super poteri, beh, se devo dare adito o credibilità ad una teoria che ipotizzi la creazione umana dovuta al caso, oppure ad un gruppo di alieni che hanno dato vita alle prime forme di vita, non vedo perché non posso mettere in conto che il Creatore abbia potuto sfruttare leggi matematiche, fisiche che sfuggono ad oggi la nostra comprensione ma che non è detto che con i progressi scentifici futuri possano essere comprese in maniera maggiore.
      Cordialmente...

      Elimina
    5. x Fineas: quindi deduco che anche tu pensi che sia stato satana a modificare le carote di ghiaccio, o abbia creato la zona di Mc. Murdo in Antartico. Che Dio abbia preservato i miliardi di pesci di acqua dolce a non ingerire il sale e viceversa, idem per le piante. Non è una bella cosa, lo dico con preoccupazione per te, è dura liberarsi dagli schemi mentali WT, o forse sono io che sono perdutamente sviato boh.

      Elimina
    6. Io purtroppo non mi fido più di niente. Mi sembra tutto un complotto! Qualsiasi cosa indago a un certo punto si arriva alla situazione che non ci si capisce più molto. Mi sembra tutto come il caso Ustica!

      Elimina
    7. Non so cosa parli complottista, ma per onestà intellettuale farò le opportune ricerche sugli argomemti da te menzionati...
      È solo che non ci si può affidare a teorie che pur scientifiche che siano dopo alcuni anni vengono smemtite o rivalutate.
      Nessuno in definitiva può avere pretese di verità,né cercare di imporle agli altri...

      Elimina
    8. Io cerco di essere aperto ad ogni ipotesi. Accetto anche l' idea che Dio possa essersi servito di PROCESSI EVOLUTIVI per arrivare, infine, ad ottenere il proprio scopo. Accetto anche l'idea che i racconti biblici possano essere PURAMENTE SIMBOLICI. ...diluvio incluso. Nonostante ciò, penso che sia vero quello detto da Fineas. Ovvero che,al di là di tutto,certi PRINCIPI contenuti nella Bibbia, nella loro DISARMANTE SEMPLICITÀ,sono anche SEMPRE VALIDI. In ogni luogo ed in ogni epoca. Anche la famosa equazione E=mc2 è di una SEMPLICITÀ DISARMANTE, eppure è cmq RIVOLUZIONARIA. quello che dice Fabry, tra una cosa e l' altra,lascia intendere che,PURE LUI,volente o nolente,arriva a propendere per certe ipotesi, invece di altre, per una questione ANCHE DI COSCIENZA. "Se Dio fosse questo,meglio farne a meno ". Ok,propongo l' ennesima PROSPETTIVA DIFFERENTE. Geova ha donato ad ogni COSCIENZA,anche quella di Fabry,un preciso RIFLESSO. se fosse proprio QUEL RIFLESSO a parlare? insomma, Dio vorrebbe davvero che noi lo accettassimo A PRIORI? forse,Fabry, pensa di rinunciare alla FIGURA DI DIO e,invece,seppur INCONSCIAMENTE, sta respingendo LA FIGURA DI SATANA. forse, Fabry,non lo accetta come possibile scenario.eppure,anche senza volerlo,LA SUA COSCIENZA sta rispondendo A CHI BIASIMA DIO. l' accusa di Satana, nella sua SEMPLICE SOSTANZA, infatti,era proprio questa: "gli uomini sono falsi ed egoisti COME ME,e non gli importa nulla DEL TUO AMORE. lascia che io possa essere IL LORO DIO e vedrai che,alla fine, MI ACCETTERANNO COMUNQUE. se serve,io li ingannerò,oppure li gratificherò, oppure li MINACCERÒ con nefasti presagi di MORTE E DISTRUZIONE. vedrai che,alla fine,PER EVITARE LA PROPRIA DISTRUZIONE,loro mi accetteranno e mi ADORERANNO ".....sembra che,SENZA VOLERLO,lo stesso Fabry stia rispondendo: "No,grazie,QUESTO DIO io non lo voglio e non lo accetto. Vivrò e poi MORIRÒ, ma lo farò SENZA QUEL DIO ". Ale

      Elimina
    9. Ale, interessante la tua analisi su di me :))
      In buona sostanza, il mio pensiero, la mia convinzione e'se dio esiste (ho sempre detto e lo ripetto, non escludo niente, la mia e' sempre propensione che va da una parte o dall'altra, secondo i dati che ho a mia disposizione) cosa vuole dio, perche si nasconde, perche si fa umiliare dal suo avversario, perche un dio onnipotente (che tutto puo') onnisciente (che sa gia')vuole il nostro bene, ci ama, ma avviene, ma tutto cio' che avviene e' il contrario della sua volonta, non e' un paradosso!!! e' assurdo, possibile che solo io mi rendo conto che la cosa non ha senso? E come un chirurgo che mi dice che mi vuole e vuole salvare vite con un intervento chirurgico ecc, perche lui mi dice che e' un chirurgo, ma poi in realta, non muove un dito, e chi ha bisogno sofre e muore, che mene faccio io di un tale chirurgo? A parte che non mantiene la parola, e di per se questa e' una bugia, un illudere!!
      Scusate lo sfogo, ma io sono cresciuto molto in fretta, e senza mio padre, conosciuto pochissimo, fino a 5 anni prima che mi abbandonasse, e io mi sono sempre fatto le domande, domande, domande di rabbia, di cose disumane incompressibili!! Credevo, ho creduto nella wts, era la mia speranza, poi anche loro, uguali a tutti i falsi, ipocriti succhia soldi, venditori di false speranze!! Oggi da grande ho tante risposte, ma queste creano altre tante domande, mi piace dialogare con voi, sentire quello che pensate, ammiro anche la vostra fede, che io non ho, non riesco proprio, credo piu nella buona volonta degli uomini, uomini saggi che amano la pace, e guardate che siamo noi che dobbiamo imparare ad amarci, ad aiutarci senza bisogno che ci sia una religione un dio, che mi dica questo, io devo amare in quanto essere umano, io sono questo!!!

      Elimina
    10. Come "sospettavo" ,Fabry,tu hai UN CUORE BUONO. e ti fai pure LE DOMANDE GIUSTE. ora,mancano "solo", RISPOSTE SODDISFACENTI. Ale

      Elimina
    11. x Apostolo G: Non so da quanto tempo è iniziata la tua crisi, ma ti voglio rassicurare che questa mancanza di certezze col tempo si attenuerà e non la sentirai più così essenziale. Ormai vale per ogni argomento, non solo quelli religiosi, trovi tutto e il contrario di tutto su ogni argomento, la colpa è della troppa informazione, resa disponibile su internet, meglio stare all'oscuro di tutto e vivere beatamente ignoranti.

      Elimina
    12. Ale, sono proprio le risposte che mi portano a pensare, che se c'e' un dio, si se c'e' o non e' come abbiamo sempre pensato, o ci e' stato insegnato, quindi ha dei limiti, o ha creato e basta, non si interessa di noi, opure semplicemente non esiste il dio che noi abbiamo sempre immaginato, ma dio come ho detto altre volte altro non e' che il cosmo, e noi ne siamo parte. Vorrei fare notare che a livello micro, anche noi siamo un universo, per cio' che ci compone, pensa solo alla strutura atomica, perche noi siamo un insieme di atomi, molecole ecc.. e tra questi nel micro in proporzione (vedi atomo, elettroni, protoni e neutroni) vi sono distanze paragonabili, e forse piu come il nostro sistema solare. e se noi facessimo parte, di un qualcosa come lo sono le tante componenti a livello microscopico del nostro corpo, vedi le cellule hanno una loro intelligenza una loro vita, e costituiscono e tengono in vita il nostro corpo, hanno una forma di intelligenza, forse una coscienza, noi non lo sapiamo,potremo anche essere dei parassita in un corpo, e le distanze di questo corpo, come lo e' per il mondo micro che ci compone, come menzionato prima, a noi ci possono apparire come materia e oggetti molto distanti tra di loro, a causa del fatto che anche noi inconsapevolmente in proporzione a questo sistema o corpo siamo il micro che lo compone. Lo so sa di fantascienza, ma tutto e' possibile!

      Elimina
  6. x Fineas: Parlo del miscelarsi di acque dolci e salate nel diluvio, dove molta vegetazione non sapravvivrebbe, anzi sai bene che alcune piante o semi se le annaffi troppo marciscono. I pesci tipo i Stenoalini non sopportano sbalzi della concentrazione salina, prova a mettere un cucchiaio di sale nell'acquario dei pesci tropicali e poi ci racconti i risultati...

    Su Mc. Murdo:
    http://www.corriere.it/speciali/antartide2002/cifrecuriosita.shtml
    "I più aridi deserti della Terra sono le tre Valli Secche presso McMurdo, scoperte per caso dal Capitano Scott nel 1901 : non ci piove da milioni di anni. Anche il cuore del continente è aridissimo : riceve solo 5 centimetri di neve all'anno."

    http://www.ugis.it/a010308-andrill.html
    "Con le carote di ghiaccio si puo’ risalire a 800.000 anni di storia paleoclimatica – dice Florindo - mentre studiando i sedimenti possiamo andare molto più indietro nel tempo, tanto che siamo in grado di dare informazioni sulle variazioni climatiche in Antartide negli ultimi 20 milioni di anni."

    Sull'Uomo di Altamura:
    le analisi sul sugli strati di calcite depositatisi attorno al reperto, effettuate nel 2015 da un team guidato da Giorgio Manzi, hanno determinato con certezza che lo scheletro,
    riferibile a un Neanderthal, risale a un periodo fra i 128.000 e i 187.000 anni fa

    RispondiElimina
  7. Fineas, alcune non sono teorie, tipo il carotaggio, questa e' scienza, e tante altre datazioni, senza offesa, non me ne volere, ma dovresti studiare queste materie ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Fineas, ad esempio per l'Uomo di Altamura oltre a usare il metodo radioatt. uranio-torio è stato confermato dalle misure dei depositi di calcite, che hanno tempi ben calcolabili, e guardacaso coincidono.

      Elimina
    2. Resta solo il fatto che ne sappiamo molto poco
      del genoma, basti pensare che il genoma dello
      scimpanzé è simile al 99℅ a quello dell'uomo. Oetzi potrebbe essere vissuto prima del diluvio ma questo non dimostra che il diluvio
      non c'è stato....
      Se l'uomo riuscira' a capire il genoma resterà
      da comprendere l'energia invisibile che muove
      il corpo umano non la riuscirà a comprendere
      l'uomo eppure Romani 1:20 ne parla.....

      Elimina
    3. Fabry P un saluto a te, i tuoi pensieri si avvicinano molto ai miei: Aperti ad ogni eventualità.
      Mi ha colpito la tua frase "ammiro la vostra fede, io non ne ho, non ci riesco".
      Quel "non ci riesco", appare come una ammissione che qualcosa ti manca.

      O magari ti ho interpretato male tuttavia
      trovo che una frase biblica sia vera: "felice chi si rende conto del suo bisogno spirituale" (che non significa necessariamente credere in Dio).
      La trovo vera perché, sí, oltre che dormire, mangiare abbiamo anche la necessità di colmare un bisogno spirituale, sentire che qualcosa di più grande di noi esiste. Anche se non lo capiamo. E sentire di farne parte.
      Vorrei svelarti un segreto: (non dirlo in giro ;) ...prova un po' a leggere cosa significa avere il 7º chakra chiuso o aperto.

      Elimina
    4. Io ho sempre saputo che il genoma più vicino all uomo è quello del maiale.

      Elimina
  8. Mi inserisco per una semplicissima domanda.
    Qualcuno ha mai visitato che sò il Museo di Storia Naturale di Milano.
    Niente di eclatante, senza andare chissà dove, ma mi chiedo se uno visita il piano terra, dove c'è la storia dell'uomo con resti, reperti ecc, beh lascio a voi ogni commento :-)

    RispondiElimina