sabato 9 gennaio 2016

Si può pregare direttamente Gesù?




dal sito biblistica.it

Ragionamenti mai fatti, ma... Giovanni 14:14

Giovanni 14:14
ἐάν τι αἰτήσητέ ⸀με ἐν τῷ ὀνόματί μου ⸀ἐγὼ ποιήσω, tradotto letteralmente risulta "se qualcosa chiedete a me ne in nome di me io [la] faro', in italiano corretto "se mi chiederete qualcosa nel mio nome io la faro'. Altri testi riportano ἐάν τι αἰτήσητέ με ἐν τῷ ὀνόματί μου τοῦτο ποιήσω, omettendo ego' e inserendo "tuto", questo, ma il senso non cambia. L'accettazione della particella pronominale comporta che si possa pregare Yeshua al posto del Padre....




La particella pronominale "me" è presente nel P66 o Papiro II Bodmer (II secolo), nel Codice Sinaitico (א del IV secolo), nel Codice Vaticano (B del IV secolo), nella Vulgata latina (IV secolo), nella Pescitta siriaca (V secolo), nella Versione siriaca filosseniana-harclense (VI secolo), nel Codice di Washinghton o di Freer (W del V secolo), nel Codice Sangallensis (Δ del IX secolo), nel Codice Korideth (Θ del IX secolo) ed in alcuni manoscritti minori (28, 33, 700, …); è stata sostituita con τον πατερα (al Padre) in due manoscritti minori (249 e 397); non si trova nel Codice Alessandrino (A del V secolo), nel Codice Beza (D del V secolo), nella Vetus latina (II secolo), nel Codice Cyprius (K del IX secolo), nel Codice Regius (L del VIII secolo), nel Codice Athous Laurae (Ψ del VIII secolo), nel Codice Petropolitanus (П del IX secolo) e nel Textus Receptus (XVI secolo).

La Nuova Riveduta omette la particella "me" e traduce "Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò". La CEI, naturalmente in quanto trinitaria, accetta la particella. La Diodati non la presenta, e neppure la Nuova Diodati. La Luzzi/Riveduta non la accetta. 

Questa frase solleva ancora una volta la domanda: si deve pregare solo il Padre o si puo' pregare anche Yeshua? A naso, ritengo che si debba pregare il Padre, e che la particella debba essere omessa. Infatti, che senso ha dire "se MI chiederete qualcosa nel MIO nome"? E' ovvio che se si chiede qualcosa a Yeshua lo si fa nel SUO nome, in quanto ci rivolgiamo direttamente a lui.

Nel caso in cui la particella "me" non venisse presa in considerazione, si capisce che Yeshua sarebbe colui che esaudisce la preghiera, poiche' la traduzione letterale diverrebbe: se qualcosa chiedete nel nome di me questo faro', ossia "se chiederete qualcosa [al Padre] nel mio nome io la faro'. Da questa traduzione, che suona la migliore, si evince che pregando il Padre in nome di Yeshua saremo esauditi da Yeshua stesso, poiche' lui e' il nostro intercessore.

5 commenti:

  1. Io le ho fatte le ricerche .... Ma tu le hai lette obiettivamente o no? Neanche il link che hai mandato fornisce le prova inequivocabile che Gesù sia un personaggio "storico". La maggior parte delle fonti extra bibliche parla dei seguaci del cristianesimo, non di Gesù. Insomma si menziona cristo perché si parla di cristiani. Cerca cerca....

    RispondiElimina
  2. Ho fatto anche io tante ricerche in merito!
    Il problema non e' se esistito un Gesu', o un uomo che ha influenzato la vita di milioni di persone, il problema e' il Gesu' presentato dai vangeli (figlio di dio), o vero per colui che viene presentato, con i miracoli ecc.. questo manca di storicità, e sconosciuto ai contemporanei, la cosa e' sorprendente visto i miracoli, e le migliaia di persone coinvolte, secondo la narrazione di vangeli, migliaia di persone assistono alla moltiplicazione dei pani e dei pesci, persone guarite, resuscitate ecc.. secondo la narrazione dei vangeli, come fa un uomo o il figlio di dio che fa questi portenti a passare inosservato ai suoi contemporanei? Perche si scrive di lui solo decenni la sua presunta morte, (e per sentito dire) perche le fonti extra evangeliche parlano di cristiani come gruppo, seguaci di Cristo ma mai di lui in prima persona? risulta sconosciuto, si fa riferimento a lui solo per via dei suoi seguaci.

    Poi come dice Mauro Biglino: "Il Nuovo Testamento è stato scritto in funzione del Vecchio.
    Quando i Vangeli parlano di Gesù Cristo, egli sarebbe venuto su questa terra in quanto figlio del "Dio-Padre" e per salvarci dal "Peccato originale".
    Il primo problema è che Yaweh, quello che dovrebbe essere Dio, quindi Padre di Gesù in realtà non è Dio.
    Il secondo problema è che il peccato originale non esiste.
    Quindi Gesù si ritroverebbe senza Padre e sarebbe stato inviato a slavarci da una macchia che non c'è.
    Traenetene voi le conseguenze"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, che ci sia stato un predicatore di nome Gesù, o quale che fosse il suo nome in ebraico (che se non vado errato poi era anche un nome comune all'epoca) può anche essere.
      Tutta da dimostrare è la figura del Cristo.
      Io poi non capisco quale perchè il Cristo debba essere per forza un personaggio storico. Mi spiego: il racconto di lui, ti trasmette qualcosa di positivo? Dei valori? E' idealizzato in modo che tu vorresti essere come lui? Bene, stop. Se quel racconto produce in te dei sentimenti positivi e ti spinge a voler essere una persona migliore ha raggiunto il suo scopo.
      Non capisco l'ostinazione di dover sostenere, senza prove, che sia un personaggio realmente esistito.

      Elimina
    2. Io un po lo capisco, perche all'inizio delle ricerche comunque per me questo personaggio era un punto fermo, anche per via del forte indottrinamento, questo lo riconosco, e' incredibile come esso ti privi di una mente lucida, ragionevole, tutte le ricerche che facevo erano incentrate solo per trovare le conferme, scartavo o davo poco peso a ciò che andava contro la mia ricerca, quello ch desideravo, ma a un certo punto qualcosa e' cambiato in me, e mi son detto, perche devo mentire a me stesso per stare bene? ero schiavo, sembra incredibile ma e' cosi, schiavo dei miei desideri, dell'insegnamento ecc.. oggi faccio ricerche in modo neutrale, in tutti campi, il Gesu' mi spiace, quello insegnato nei vangeli, se siamo obietivi e' impossibile tracciarlo storicamente! Una cosa che mi ha sempre incuriosito e' che tanti personaggi e luoghi menzionati nei vangeli sono tracciabili, personaggi storici ecc.. ma proprio colui che e' il punto centrale, lui e' assente!! Non e' assurdo?
      Poi mi chiedo ma perche se Gesu' davvero fosse esistito (quello dei vangeli)e il suo desiderio fosse quello di aiutare davvero l'uomo, e se davvero costui era il figlio di dio, si perche si limito a farsi conoscere solo in quei pochi territori di Israele e confinanti? ma davvero se era volonta di dio, Gesu' avrebbe giocato a nascondino, tanto che oggi non si capisce se e' esistito, o chi era veramente? Veramente si sarebbe affidato per farsi conoscere a gli evangelisti con le loro contraddizioni? Possibile che sia cosi limitato se e' figlio di dio?

      Elimina